Sciarancia 2014

sciarancia2014500

Eroici. Sono stati definiti così dagli stessi organizzatori dello Ski club 4 team gli oltre cinquanta iscritti in rappresentanza di una quindicina di componenti protagoniste dello Storico carnevale di Ivrea che hanno dato vita domenica 23 alla seconda edizione del trofeo di sci e/o snowboard “Sciarancia 2014”, in una giornata davvero ostile dove nuvole, nebbia, ma soprattutto vento, con raffiche di oltre 70 km orari si sono abbattute sulla gara di slalom gigante, ma tutto questo non è stato sufficiente a fermare una manifestazione che dell’allegria e simpatia ha i suoi principali ingredienti.

Soddisfatti gli organizzatori Roberto Rapetti (presidente Ski club), Paolo Cafasso (vice presidente), Alessandro Zanotti (segretario) e dai consiglieri Massimo Scavarda e Paolo Personnettaz che ancora una volta con semplicità e passione per la neve hanno raggiunto l’obiettivo prefissato ovvero quello di trascorrere in spensieratezza una lunga giornata in compagnia di tanti amici.

La gara, come più volte ribadito, non è agonistica e prevede una competizione di sci e/o snowboard, prova unica per ogni squadra di aranceri, carri da getto, associazioni o gruppi storici, ogni gruppo di aranceri, carri da getto, associazione, gruppo storico del Carnevale di Ivrea. Ogni squadra ha potuto iscrivere quattro persone a propria discrezione (maggiorenni) e al termine sono stati sommati i quattro tempi rilevati durante la prova unica su di un tracciato di media difficoltà. E l’edizione 2014 sulle nevi di Valtournenche ha visto ancora una volta gli aranceri dei Diavoli aggiudicarsi il trofeo Sciarancia, argento al carro da getto La Vecchia Eporedia, gradino più basso del podio agli Scacchi. Seguono, nell’ordine, I Cavalieri del Borghetto, I Falchi del Castello, le Guardie del Podestà, le Mugnaie, la Morte, gli Scorpioni d’Arduino, i Mercenari, l’Ariete del Sacro Cuore, le Pantere, l’Asso di Picche. Chiudono la classifica I Paladini di Via Palma e gli organizzatori, con una buona dose di spirito goliardico, chiedono loro di esprimersi sulla polenta che, nella bufera, li ha convinti a una sosta culinaria invece della gara. E ancora: Federico Blasotta ha fatto registrare il miglior tempo ottenuto con gli sci tra i maschietti, Elena Manfredo miglior tempo tra le ragazze, Alec Cavallari miglior tempo con snowboard. Ultimi, ma felici, Matteo Leggero e Laura Burzio. Premio al miglior costume è andato all’Ordine delle Mugnaie e a La Vecchia Eporedia. A loro, le arancine di terracotta realizzate a mano da Massimo Scavarda.

Sciarancia, visto l’entusiasmo, ovviamente, continuerà. E gli organizzatori, Rapetti e Cafasso, hanno un lunghissimo elenco di ringraziamenti, compresi Ski sport house di Chatillon e H2O di Bollengo che hanno contribuito alla riuscita dell’evento e la Fondazione del Carnevale, che, attraverso Gian Piero Frigo, ha creduto nell’iniziativa e concesso il patrocinio.

Leave a comment

  • SKI CLUB 4 TEAM

    Corso Massimo D'Azeglio 16 c/O negozio Tendenze Junior 10015 IVREA TORINO
  • Contattaci